24 Luglio 2024

Ricerca accademica clinica e traslazionale: oggi primo atto operativo del progetto FORZA

Prende il via oggi, grazie a una collaborazione tra Istituto Superiore di Sanità, Alleanza Contro il Cancro – la Rete Oncologica Nazionale costituita nel 2002 dal Ministero della Salute e AIFA, il programma di formazione per clinical monitor nell’ambito di FORZA, lo spin-off del Comitato Ricerca Clinica e Strategie del Farmaco gestito direttamente da ACC.

Il corso, che si concluderà a inizio aprile, è il primo atto operativo per la messa a terra di FORZA che, come conferma il suo coordinatore Sandro Pignata dell’IRCCS Fondazione Pascale di Napoli, associato ad ACC, è finalizzata alla creazione di una infrastruttura operativa tra i 29 Istituti di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico di ACC per favorire la ricerca accademica clinica e traslazionale.

«L’intento – aggiunge Pignata – è migliorare la qualità delle sperimentazioni accademiche italiane in modo da rendere più competitivo il nostro Paese». L’offerta formativa per i clinical monitors – professionisti degli IRCCS che opereranno negli stessi Istituti per monitorare la corretta applicazione delle norme di buona pratica clinica negli studi clinici – è di 40 ore complessive. Il gruppo di coordinamento di ACC cui è affidata la gestione di FORZA è composto, oltreché dal coordinatore, da Franco Perrone (Fondazione IRCCS Pascale Napoli), Oriana Nanni (IRCCS Dino Amadori IRST Meldola), Paolo Zucali (IRCCS Humanitas Milano), Gennaro Daniele (IRCCS Fondazione Policlinico A. Gemelli Roma), Nicoletta Colombo (IRCCS IEO Milano), Fabio Ciceri (IRCCS San Raffaele Milano), Diana Giannarelli (IRCCS IRE Roma), Emanuela Marchesi (ISG) Paolo Pronzato (IRCCS Ospedale Policlinico San Martino).

Massimo Boni | Ufficio Stampa ACC

Condividi