21 Luglio 2024

Locatelli: Car-T, sono cinque i giovani pazienti affetti da leucemia in completa remissione grazie al progetto ACC

Bari, 24 settembre 2021 – Notizie sempre più incoraggianti sul fronte dell’efficacia dell’utilizzo di cellule Car-T nella cura di pazienti oncologici affetti da una forma leucemica (linfoide acuta), dimostratasi refrattaria alle terapie convenzionali: lo ha confermato al sesto annual meeting di Alleanza Contro il Cancro – Rete Oncologica Nazionale, in corso di svolgimento a Bari in collaborazione con la Rete AMORe, il professor Franco Locatelli – che del progetto ACC sulle Car-T, finanziato dal ministero della Salute con 10 milioni di euro, è responsabile.

«Abbiamo trattato sei giovani pazienti con Car-T ottenute tramite un approccio innovativo di preparazione che trae spunto da cellule fresche; nei primi cinque, che hanno allo stato attuale un sufficiente follow-up per poter essere valutati, la remissione è completa». Il piano Car-T Italia, approvato dal Governo, è un progetto di ricerca preclinico nato con l’obiettivo di mettere a fattore comune la comunità scientifica coinvolta in questo ambito e rappresenta una preziosa opportunità di sviluppare interazioni e collaborazioni virtuose con il mondo industriale.

«A dispetto delle influenze negative provocate dalla pandemia – ha aggiunto ancora Locatelli – la massa critica che abbiamo creato ci ha consentito di condividere risultati, approcci metodologici e di scambiarci materiale molto importante». Locatelli ha aggiunto anche che sempre nell’ambito del progetto ACC si è generato un «florido filone di investigazione collaborativo per individuare nuovi target terapeutici per le neoplasie solide, validarli nel modello animale e sviluppare strategie innovative che possano permettere di incrementare e migliorare sia l’efficacia sia il profilo di sicurezza delle CAR-T».

Condividi